imbarcazioni barche gruppo siluro italia

Quando il pescatore di siluri riesce a catturare con costanza da riva utilizzando tecniche tradizionali, possiamo affermare che esso abbia raggiunto una maturità tale per la quale è possibile fare un passo verso il vero mondo della pesca al siluro: quello della pesca da barca.  La barca consente infatti di raggiungere spot inaccessibili da riva, navigare tratti inesplorati, scoprire fondali, nuove tecniche, affrontare il fiume prima di tutto e poi il siluro. E’ altresì vero che utilizzare una imbarcazione non significa necessariamente pescare dalla barca, ma anche disporre di un mezzo che ci permetta di piazzare le esche nel caso della tecnica della boa o della break line. Il fattore comune che non deve essere sottovalutato rimane sempre uno : la sicurezza.

Gommoni/tender

gommone gruppo siluro italiaLa possibilità di trasportarli in auto semplicemente riposti in una borsa una volta sgonfiati e di motorizzarli con piccoli motori a scoppio o elettrici di altrettanto poco ingombro, fanno del tender uno dei mezzi più sicuri e comodi da utilizzare per piazzare le nostre esche nella pesca a Boa ed a Breakline. Le misure più utilizzate sono comprese tra i 2.00 e i 2,60 metri, possono essere dotati di fondo paiolato o completamente pavimentato ed oltre ad un generoso spessore esterno che li rendono molto resistenti ad abrasioni e dispongono tutti di almeno 2-3 camere d’aria che garantiscono l’inaffondabilità. Alcuni modelli dispongono di chiglie rigide e gonfiabili che ne aumentano la resistenza e la manovrabilità (essendo a fondo piatto e di estrema galleggiabilità, bisogna prenderci la mano per manovrare). Altro vantaggio è che le piccole dimensioni che raggiungono, una volta gonfiati, permettono di caricarlo su imbarcazioni più grandi o di riuscire a portarlo all’acqua anche nelle poste più impervie o strette. Inoltre è possibile affiancargli ecoscandagli portatili, con tutti i vantaggi del caso.

 

Barche in alluminio

Nella misura di 3,70m sono la prima scelta di coloro che amano pescare in fiumi diversi senza l’incombenza di un carrello e di unobarche alluminio gruppo siluro italia scivolo di alaggio. Leggerezza, poca manutenzione e manovrabilità i suoi punti forti. Trovano impiego anche in misure più lunghe nelle tecniche di ricerca come lo spinning o la dinamica ed il vertical, ma possono tornare utili anche per il posizionamento delle esche. Lo svantaggio è rappresentato dal poco spazio interno e da una minore stabilità. In canali o laghi già con un motore elettrico è possibile muoverla, mentre in corrente è necessario un motore a scoppio proporzionato alla barca e al fiume che affrontiamo (per il fiume Po e una 3,70 serve un 10/15 cavalli).

 

Barche in vetroresina

La categoria più ampia in assoluto di imbarcazioni per la pesca. Ne esistono di tutti i tipi e lunghezze.

vetroresina gruppo siuro italiaChi ricerca un mezzo per portare fuori le esche può orientarsi verso imbarcazioni di 2,30-2,70m, dal peso contenuto (quindi caricabili sul tettuccio dell’auto) e dalla stabilità alquanto dubbia per via delle dimensioni contenute ed il fondo piatto. L’utilizzo è limitato a canali, fiumi lenti o laghi, in cui un semplice motore elettrico permette lo spostamento.

Chi  desidera fare tecniche di ricerca come spinning, vertical e dinamica in canali o fiumi lenti può cercare imbarcazioni trimarani sui 3,20m, che ad una buona stabilità e spazio interno abbinano una discreta leggerezza che permette di caricarle sul tettuccio dell’auto senza fatica così come calarle in acqua facilmente. Possono essere personalizzate in modo semplice ed essere utilizzate per brevi pescate “mordi e fuggi” o anche per il posizionamento delle esche. A seconda della corrente è possibile muoverle con l’ausilio di motori elettrici (44/54 libbre) o piccoli motori a scoppio (6cv o minori).

Chi invece possiede un posto barca presso un pontile o un carrello possiede solitamente imbarcazioni da 4,20-4,60-5,40 o lettini barca gruppo siluro italiaaddirittura 6,20 metri. Se le prime sono performanti per tecniche di ricerca ma anche per trasbordi di attrezzature, le più grandi diventano delle vere postazioni galleggianti da cui poter pescare in tutta sicurezza anche con tecniche come la break line, restando direttamente dentro di esse grazie all’enorme quantità di spazio disponibile e possibilità di personalizzazioni.

Ne esistono principalmente due tipi: a fondo piatto o a fondo a trimarano.

carolina skiff gruppo siluro italiaA fondo piatto sono ad esempio la Carolina Skiff o le similari Omegaplast. Ideali in per via del fondo piatto che permette di solcare velocemente la superficie. Per la stessa caratteristica soffre invece le onde, limitandone l’uso ad esempio in grandi laghi caratterizzati da forti moti ondosi.

A trimarano l’esempio lampante è il Boston Whaler, “La leggenda inaffondabile” , che grazie alla conformazione del fondo riesce a vincere leboston whaler gruppo siluro italia onde e a mantenere un ottima stabilità, perdendo di contro in velocità.

Entrambe le imbarcazioni necessitano di motori adeguati. Almeno 25 cavalli per i fiumi di grande portata come il Fiume Po per le imbarcazioni fino ai 4,60m. Oltre si passa già a 40 cavalli. Una maggiore potenza è un sinonimo di sicurezza, in quanto spesso la corrente, forte vento o eccessivo carico possono cambiare di molto la navigazione.

ESSENZIALE IN BARCA:

1. Dotazioni di sicurezza a bordo:

 - Giubbotti di salvataggio (uno per ogni persona a bordo)

 - Un salvagente anulare omologato e 30 metri di cima galleggiante

- Mezzo marinaio, remi, cime, sessola, spugna, pompa di sentina

2. Assicurazioni motore a scoppio ed elettrico

3. Una tanica di benzina di scorta

4. Serietà e consapevolezza della pericolosità del fiume e delle insidie che nasconde

Giubbotto salvagente indossato (ne esistono in commercio modelli molto compatti e leggeri auto gonfianti che non limitano i movimenti e né appesantiscono)